Cucinare con un'acqua migliore

L’ingrediente che fa la differenza

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’acqua è un elemento davvero speciale. Non solo per il suo ruolo nel mantenere la salute dell’organismo, ma anche come ingrediente essenziale nelle preparazioni in cucina.
La cucina è il luogo in cui ci occupiamo del benessere e della nutrizione, nostra e della famiglia. Per questo è importante parlare dell’uso culinario di un ingrediente fondamentale: l’acqua.
Perché l’acqua non è solo da bere, ma anche da mangiare.

L’acqua, il vero segreto del gusto
L’acqua rappresenta la base principale nella preparazione di moltissimi cibi, basti pensare alla cottura della pasta o al ruolo dell’acqua nella lievitazione degli impasti.
 Non solo, come ingrediente fondamentale della cucina, l’acqua diventa un ingrediente segreto da sfruttare per amplificare ed esaltare il gusto delle pietanze.

La magia dell’acqua non sta quindi soltanto nella sua capacità di entrare a far parte dei piatti mentre li cuciniamo, ma nell’ampliare i sapori delle pietanze senza rivelare la sua presenza.
Negli impasti, negli infusi, nella pasta o nelle pastelle.
L’acqua è un elemento assai prezioso che sostiene, lega, valorizza pur senza apparire.

Eppure non tutti riconoscono l’importanza di cucinare con un’acqua di qualità.
Nemmeno i libri di cucina pongono abbastanza in risalto il ruolo principale della qualità dell’acqua sia nella preparazione delle pietanze sia nel gusto finale di un piatto.

Un’acqua sicura…
Che sia liscia o gasata, fredda o a temperatura ambiente, anche ai fornelli è importante riconoscere e dare il giusto valore all’acqua.
Ma quali caratteristiche deve avere l’acqua utilizzata in cucina nella preparazione degli alimenti? Un’acqua che sia sicura, ma che permetta anche di esaltare gli aromi e i sapori di cibi e bevande?

L’acqua ideale deve essere cristallina e povera di sali.
Un’acqua che non tolga né aggiunga sapore, ma contribuisca ad esaltare al meglio il gusto naturale degli ingredienti senza essere protagonista.

Ad ogni ricetta, la sua acqua: leggera, frizzante…
Oltre all’aspetto organolettico dell’acqua, in cucina è fondamentale anche la corretta temperatura e il perlage della gasatura.
Ecco allora che le acque leggere e senza retrogusti sono ideali per preparare infusi e bibite, ma anche per minestroni e creme di verdura, che avranno così un sapore più equilibrato e delicato.

Mentre l’acqua frizzante è indicata per impastare e per preparare pastelle speciali, per fritti croccanti e voluminosi.

...plastic-free
Scegliere con cura le materie prime è il passo fondamentale per la buona riuscita di un piatto anche nelle ricette più semplici, come una tazza di caffè. Ecco perché la scelta di un’acqua di qualità non dovrebbe essere meno importante: perché scegliere un caffè eccellente, se poi nella preparazione non si utilizza un’acqua del medesimo pregio?

E non è solo questione di usi e costumi culinari. Si tratta anche della semplicità di aprire il rubinetto della cucina certi di poter sfruttare un’acqua a Km zero, sana, controllata ed ecologica.

Sicura per noi, ma anche per l’ambiente. Usare l’acqua filtrata del rubinetto significa anche fare una buona azione per l’ambiente, riducendo l’uso di bottiglie di plastica, assolutamente poco sostenibili, impattanti per l’ambiente e rischiose per la salute.

L’acqua Culligan è una soluzione ottimale per garantire la qualità dell’acqua direttamente nella nostra cucina.
Attraverso impianti avanzati di affinaggio dell’acqua ad uso domestico possiamo così attingere dal rubinetto di casa un’acqua leggera e povera di sali, perfetta da bere… e da cucinare.

Cucinare con un’acqua migliore, significa mangiare meglio!

 

Vuoi sapere come migliorare la tua acqua in cucina?

Potrebbe interessarti anche…

L-atleta-vincente

L’atleta vincente?

Beve tanto e ha un cuore “green”
Non c’è performance vincente senza corretta idratazione, il vero carburante del corpo umano.

indiana water battle

Quanto sei Water Warrior?

Sei consapevole della tua impronta ambientale? L’inquinamento plastico è un’emergenza a livello planetario che in Italia non è ancora abbastanza sentita.