Quanta acqua si beve in ufficio?

In bottiglietta o plastic free?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Alcune persone si dimenticano di bere, altre hanno sempre la borraccia in borsa o a portata di mouse. Altre ancora acquistano bottiglie d’acqua in plastica, chi con consapevolezza, chi senza contare! A qualsiasi profilo tu appartenga, due sono le cose importanti da sapere.

1. L’acqua è indispensabile per i processi fisiologici.
2. Scegliere l’acqua in plastica ha un impatto enorme.

L’acqua è indispensabile perché…
L’acqua è il principale costituente del corpo umano (acqua = 65%, proteine = 16%, lipidi = 13%, sali minerali = 5%, glucidi: 1%, vitamine in tracce) e assolve a molteplici funzioni vitali:

  • depura l’organismo
  • regola la temperatura corporea
  • mantiene la corretta idratazione
  • incrementa tonicità ed elasticità della massa muscolare
  • riduce la ritenzione idrica grazie all’azione antiedematosa
  • favorisce le funzioni metaboliche che trasformano i grassi in anidride carbonica e acqua, quindi anche il dimagrimento

Un bilancio idrico adeguato prevede 1 ml di acqua per ogni kcal consumata. Considerato che un individuo brucia in media 2.000 kcal al giorno, sono quindi consigliati 2 litri d’acqua al giorno, o più in caso di attività fisica intensa.

Corretta idratazione sul luogo di lavoro e qualità dell’acqua
Là dove trascorriamo la maggior parte della giornata, è importante bere nelle giuste dosi per mantenere l’equilibrio e la forma fisica, non solo!
La corretta idratazione favorisce le prestazioni cognitive, come la capacità di concentrazione e la memoria.

Perciò è opportuno disporre di una fonte d’acqua sempre disponibile, sana, sicura e organoletticamente perfetta, cosa che l’acqua del rubinetto da sola non garantisce, perciò in molte aziende si preferisce installare distributori di bevande e acqua in PET.

Ma anche le bottiglie in plastica non assicurano proprietà organolettiche perfette sempre.
È stato anzi dimostrato che la minerale in plastica può essere contaminata da diverse sostanze che si disgregano dalla plastica stessa (le cosiddette microplastiche), come nylon e polipropilene1.

La propria salute non prescinde da quella dell’ambiente
Scegliere le bottiglie di plastica, invece dell’acqua del rubinetto, non assicura quindi la qualità. Inoltre va considerato il risvolto ambientale: per essere prodotte richiedono il consumo di grandi quantità di acqua e petrolio, causano emissioni nocive, sia nella produzione che nel trasporto, e impiegano 500 anni per biodegradarsi completamente2.

Le bottiglie di plastica, insomma, inquinano prima, durante e anche molto dopo essere state messe sul mercato. Respiriamo la Co2 immessa in atmosfera e ritroviamo le microplastiche anche nell’acqua e nel cibo di cui ci nutriamo3.
Per questo sosteniamo che bere un bicchiere d’acqua ha un impatto enorme.

Dipende da noi se l’impatto sarà positivo o negativo per la salute dell’ambiente e delle persone che lo abitano!

Alternative sostenibili per bere acqua dalla qualità impeccabile
Le alternative sostenibili per bere acqua di qualità esistono da tempo, e noi di Culligan che ne occupiamo dal 1936, proponendo sistemi di affinaggio e qualificazione semplici, efficaci ed economici, e soluzioni su misura per le aziende, accompagnate da assistenza tecnica e visite periodiche per la sanitizzazione degli impianti.

Chi sceglie le soluzioni Culligan si prende cura dei propri dipendenti, ospiti e partner in visita, è attento ai bisogni delle persone e a quelli dell’ambiente, la nostra casa comune.

Scopri tutte le soluzioni sostenibili

Note

  • “Synthetic polymer contamination in bottled water”, Sherri A. Mason, Victoria Welch, Joseph Neratko - State University of New York at Fredonia, Department of Geology & Environmental Sciences, 2018 - DOI: 10.3389/fchem.2018.00407
  • Basta plastica usa-e-getta. Salviamo i mari, Greenpeace Petizioni
  • “How much microplastics are we ingesting? Estimation of the mass of microplastics ingested”, K.Senathirajah, T.Palanisami, University of Newcastle, May 2019

Potrebbe interessarti anche…

L-atleta-vincente

L’atleta vincente?

Beve tanto e ha un cuore “green”
Non c’è performance vincente senza corretta idratazione, il vero carburante del corpo umano.

indiana water battle

Quanto sei Water Warrior?

Sei consapevole della tua impronta ambientale? L’inquinamento plastico è un’emergenza a livello planetario che in Italia non è ancora abbastanza sentita.