L'acqua è preziosa

8 semplici consigli +1 su come risparmiare acqua in casa

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La riduzione dei consumi di acqua potabile è una delle priorità dell’Agenda 2030 dell’ONU.
Tutti possiamo dare il nostro contributo a uno sviluppo più sostenibile, attraverso scelte più attente e responsabili. Ecco da dove cominciare.

Contenere il consumo idrico domestico, ricordandosi che economizzare l’acqua significa inquinare meno. L’acqua, infatti, per essere depurata, potabilizzata e trasportata, richiede molta energia. Il consumo a carico delle infrastrutture idriche è stimato in 0,83 kWh/m3, ovvero il 2,1% del fabbisogno energetico nazionale1.

Ma vediamo in dettaglio quanti litri possiamo risparmiare ogni anno con piccoli e semplici accorgimenti.

  • Applicare frangigetto ai rubinetti 6.000 lt
  • Fare la doccia invece del bagno nella vasca 28.000 lt
  • Adoperare lavatrici e lavastoviglie soltanto a pieno carico 8.000 lt
  • Installare cassette di risciacquo del WC a doppio pulsante 10.000 lt
  • Usare l’acqua corrente solo per risciacquare verdure e stoviglie 3.000 lt
  • Chiudere il rubinetto quando si lavano i denti o si fa la barba 7.500 lt
  • Riparare le perdite, ad esempio di rubinetto o sciacquone 3.000 lt
  • Per chi non si accontenta, è possibile ridurre i consumi e l’impatto domestico adottando sistemi come gli addolcitori per eliminare il calcare.

L’acqua addolcita infatti permette a una famiglia media di risparmiare e ridurre:

  • del 50% l’uso di detergenti inquinanti
  • del 5% lo spreco energetico e i costi in bolletta
  • del 10% la necessità di manutenzione degli elettrodomestici

Senza contare i vantaggi correlati: sanitari senza incrostazioni, rubinetteria splendente ed elettrodomestici più longevi.

Per quanto riguarda l’acqua da bere, ricordiamoci anche che le bottiglie usa e getta inquinano tantissimo: comportano uno spreco d’acqua e petrolio enorme, fanno tragitti lunghissimi su ruota prima di arrivare nelle nostre mani e non si biodegradano. Preferire l’acqua del rubinetto a quella in bottiglia, quindi, è già un buon modo per ridurre la propria impronta.

Per bere acqua buona, di qualità, priva degli inquinanti più comuni quali Arsenico, Mercurio, Atrazina, esistono sistemi di filtrazione economici, non ingombranti e facili da installare come il Aqua Cleer Family, il nuovissimo depuratore ad osmosi inversa Culligan. 

Non ci sono scuse… 

Le scelte sostenibili sono a portata di mano.

Note

  • 1. Blue Book, Fondazione Utilitatis, 2017

Potrebbe interessarti anche…

L-atleta-vincente

L’atleta vincente?

Beve tanto e ha un cuore “green”
Non c’è performance vincente senza corretta idratazione, il vero carburante del corpo umano.

indiana water battle

Quanto sei Water Warrior?

Sei consapevole della tua impronta ambientale? L’inquinamento plastico è un’emergenza a livello planetario che in Italia non è ancora abbastanza sentita.